Le mille e una notte d’amore.

 

Sulle ringhiere d’argento

di scale impossibili

ti guardavo scivolare,

leggiadro e pazzo

come solo l’adolescenza,

eri bello,

e anch’io ferma in cima alla scala,

con i capelli lunghi e il trucco,

tutta femmina e liquida e piena di vita

come solo l’adolescenza,

ero bella,

una risata,

tu tutto tronfio della tua bravata,

sexy in fondo alle scale,

idea,

facciamo l’amore,

forte,

fino a farci male.

 

Ora ti guardo e mi guardo,

rivedo scintillare

nei nostri occhi adulti

quello strale,

quel segreto di memoria,

in noi calmi posati,

tutta la nostra storia

nel buco nero delle pupille,

le mille

e una

notte d’amore.

 

*Illustrazione di Ursula Ferrara.

Annick Emdin

Annick Emdin

Annick Emdin, nata a Pisa il 14 Dicembre 1991, è laureata in Discipline dello Spettacolo, drammaturga e regista teatrale (‘Matrioska’ -2011, ‘Bambole Usate’ 2012, 'Medea' 2014), autrice di racconti per la collana Demian (Il Foglio Letterario) e del romanzo ‘Lividi’ edito da Edizioni Anordest.
Annick Emdin

Latest posts by Annick Emdin (see all)

Lascia un commento!

Annick Emdin

Annick Emdin

Annick Emdin, nata a Pisa il 14 Dicembre 1991, è laureata in Discipline dello Spettacolo, drammaturga e regista teatrale (‘Matrioska’ -2011, ‘Bambole Usate’ 2012, 'Medea' 2014), autrice di racconti per la collana Demian (Il Foglio Letterario) e del romanzo ‘Lividi’ edito da Edizioni Anordest.

error: Content is protected !!