Le magnifiche forti e compulsive

Le recensioni impossibili (5)

rece_5

Stasera si tromba
Papa Bergoglio
, 202 pagg.
L’affascinante storia di una passione autentica: quella del Santo Padre per lo strumento a fiato. Interessanti i tratti in cui il Papa ci parla del suo approccio allo strumento e del periodo in cui accompagnava Paolo Fresu nel suo tour argentino. Il libro parte con il racconto dell’ultima sera di conclave prima della sua elezione a Papa, in cui Bergoglio, nella sua stanzina, si esibì in un fantastico assolo di 2 ore per festeggiare l’elezione.

Importanti discussioni in merito a qualcosa di cui la generalità dispone e cui anch’io dovevo partecipare
Roberto Calderoli, Chiarelettere 160 pagg.

L’ex ministro per la semplificazione spiega al suo pubblico le sue potenzialità di scrittore, stufo di non poter occupare uno spazio nelle librerie della Feltrinelli tra un libro di Veltroni ed uno di Bondi. Il libro è suddiviso in due capitoli: il primo, appunto, con questa introduzione, il secondo con la riproduzione integrale del suo quaderno di italiano di prima elementare. Toccante il punto in cui due “f” vengono improvvisamente interrotte dalla scritta “Asino”, calcata dalla penna della maestra.

Lo zen e la compressione di enormi brufoli
Valeria Marini, Einaudi, 16 €, 123 pag.
Un saggio esistenziale per la nota attrice e showgirl, che rivisita le discipline orientali alla luce delle necessità che l’igiene facciale ci impone. Nella prefazione di Massimo Boldi un interessante il giudizio sullo show-business italiano e sulle tecniche di sviluppo di programmi open source per la computer graphics.

Argh!

Argh!

Argh! nasce quasi trent'anni fa circa, esclamando di gioia. Si avvicina al mondo dell'umorismo e della cultura alta (videogiochi, fumetti, butadiene) fin da subito, facendo particolare attenzione ai misteri della scienza e della tecnica. Dopo la visione graditissima di tutte le stagioni di Quark e Superquark, decide di diventare ingegnere e occuparsi di energia, fingendo agli occhi dei meno esperti di capirci anche qualcosa, fare della ricerca e anche del volontariato. Si accorge che avvicinandosi al microfono di Radiocicletta la sua voce viene magicamente diffusa attraverso il web. Ne approfitta per veicolare messaggi di pace e boiate stratosferiche, deviandone una parte su Battibit.
Argh!

Lascia un commento!

Argh!

Argh!

Argh! nasce quasi trent'anni fa circa, esclamando di gioia. Si avvicina al mondo dell'umorismo e della cultura alta (videogiochi, fumetti, butadiene) fin da subito, facendo particolare attenzione ai misteri della scienza e della tecnica. Dopo la visione graditissima di tutte le stagioni di Quark e Superquark, decide di diventare ingegnere e occuparsi di energia, fingendo agli occhi dei meno esperti di capirci anche qualcosa, fare della ricerca e anche del volontariato. Si accorge che avvicinandosi al microfono di Radiocicletta la sua voce viene magicamente diffusa attraverso il web. Ne approfitta per veicolare messaggi di pace e boiate stratosferiche, deviandone una parte su Battibit.

Ti è piaciuto? Lascia un commento!

error: Content is protected !!