Le comprensibili sorti … e poi vediamo

Le recensioni impossibili (9) 

Smile_1

“L’arte di fare le faccine sui social network”, Andy Warhol, Fandango Libri (edizione a colori), 210 pagine
Un’opera postuma del maestro della Pop-art. In questo libro, estremamente avanti rispetto all’epoca della stesura (siamo negli anni Settanta), Warhol ci rivela i migliori modi per irritare l’interlocutore durante una conversazione in chat. Molto interessante il capitolo dedicato al flirt, in cui vengono descritte le migliori faccine per dichiararsi all’amata senza esporsi troppo. Scabroso e d’attualità il capitolo sulle emoticons con i cazzetti in miniatura.

“I segreti dell’immaginario infantile spiegati a mio figlio”, Keith Richards (chitarrista dei Rolling Stones), Edizioni Bollati Boringhieri
Il noto musicista, in questo libro autobiografico, ci restituisce le atmosfere e le notti più trasgressive del passato dei Rolling Stones. Successo, donne ed eccessi al centro di questo libro, che solo per caso ci spiega perché Paperino si considera nudo e si vergogna quando si leva la casacca da marinaio, anche se dal petto in giù era nudo pure prima. In questo libro-diario viene sfatato il mito secondo il quale leccando il collo sudato di Keith Richards ci si possa sballare di più che leccando un rospo californiano.

“Ti incontri con Berlusconi, e ti tirano le pietre”, Matteo Renzi, Edizioni “ILmanifesto”, 92 pagine
Anche questa settimana recensiamo un instant book. Il neo-segretario del PD, che è riuscito a spodestare alle Primarie del partito personaggi come Demo Cristiano, Romano Monti e Delfino Didal Emans, come testimoniato da Crazy Mandei (Radiocicletta.it) in passato, giustifica in questo pamphlet, la sua strategia sulle riforme.
I suoi nemici, malignamente, traggono conclusioni legate a scambi di favore (leggasi FIGA) su una riforma elettorale favorevole all’avversario. Abbastanza controversa la foto in quarta di copertina, del segretario PD che brinda in un promiscuo locale con stampe del Kamasutra alle pareti.

“Datemi un qualsiasi imbecille e ne farò un talento da TV”, Maria De Filippi, Mondadori, 187 pagine
L’ultimo scandaloso libro della De Filippi ci racconta il piano segreto (di sua invenzione e che sta funzionando perfettamente da anni) per distruggere il talento musicale e artistico in giro per il mondo, ottenebrare le menti dei giovani ed innescare meccanismi di adorazione della sua persona. Scie chimiche e rettiliani al centro della strategia, ma non fatevi ingannare, è tutto vero!

Argh!

Argh!

Argh! nasce quasi trent'anni fa circa, esclamando di gioia. Si avvicina al mondo dell'umorismo e della cultura alta (videogiochi, fumetti, butadiene) fin da subito, facendo particolare attenzione ai misteri della scienza e della tecnica. Dopo la visione graditissima di tutte le stagioni di Quark e Superquark, decide di diventare ingegnere e occuparsi di energia, fingendo agli occhi dei meno esperti di capirci anche qualcosa, fare della ricerca e anche del volontariato. Si accorge che avvicinandosi al microfono di Radiocicletta la sua voce viene magicamente diffusa attraverso il web. Ne approfitta per veicolare messaggi di pace e boiate stratosferiche, deviandone una parte su Battibit.
Argh!

Lascia un commento!

Argh!

Argh!

Argh! nasce quasi trent'anni fa circa, esclamando di gioia. Si avvicina al mondo dell'umorismo e della cultura alta (videogiochi, fumetti, butadiene) fin da subito, facendo particolare attenzione ai misteri della scienza e della tecnica. Dopo la visione graditissima di tutte le stagioni di Quark e Superquark, decide di diventare ingegnere e occuparsi di energia, fingendo agli occhi dei meno esperti di capirci anche qualcosa, fare della ricerca e anche del volontariato. Si accorge che avvicinandosi al microfono di Radiocicletta la sua voce viene magicamente diffusa attraverso il web. Ne approfitta per veicolare messaggi di pace e boiate stratosferiche, deviandone una parte su Battibit.

Ti è piaciuto? Lascia un commento!

error: Content is protected !!