La cesta dei panni

Nel vortice eterno del gilgul

Tra tavolini ikea LACK e lampade di recupero

Nella sempiterna legge del Dharma

Tra pacchi di libri ammuffiti, di ferrovecchi rugginosi,

fatti a pezzi e rimessi insieme dal Karma

come i robot luccicosi degli anni Novanta,

batteri imbattibili,

circondati da valigie sempre mezze piene sempre mezze vuote,

da ceste di panni che forse

sono da lavare

forse

da stirare

forse

da stendere

forse

da regalare

forse

da buttare

forse

da vendere

forse

sono tuoi

forse

sono miei

forse sono i panni sporchi che vanno

lavati in famiglia

forse i preziosi arazzi con gli stemmi

che si espongono

per farli vedere a tutti

forse vanno ricuciti insieme

adattati

forse sono smessi

e passati

di mano in mano

di corpo in corpo

noi fra le nostre lavatrici migranti

forse sono veli di Maya che andiamo strappando e rammendando

tele di Penelope fatte e disfatte per l’eternità,

tele di ragno,

attesa eterna di un ritorno,

di un Ulisse che tenda l’arco e distrugga il male del mondo,

e ami in un letto d’olivo secolare

l’eterno dramma

l’eterno vagare.

Annick Emdin

Annick Emdin

Annick Emdin, nata a Pisa il 14 Dicembre 1991, è laureata in Discipline dello Spettacolo, drammaturga e regista teatrale (‘Matrioska’ -2011, ‘Bambole Usate’ 2012, 'Medea' 2014), autrice di racconti per la collana Demian (Il Foglio Letterario) e del romanzo ‘Lividi’ edito da Edizioni Anordest.
Annick Emdin

Latest posts by Annick Emdin (see all)

Lascia un commento!

Annick Emdin

Annick Emdin

Annick Emdin, nata a Pisa il 14 Dicembre 1991, è laureata in Discipline dello Spettacolo, drammaturga e regista teatrale (‘Matrioska’ -2011, ‘Bambole Usate’ 2012, 'Medea' 2014), autrice di racconti per la collana Demian (Il Foglio Letterario) e del romanzo ‘Lividi’ edito da Edizioni Anordest.

Ti è piaciuto? Lascia un commento!

error: Content is protected !!