Classici Disney: le versioni tarocche che per fortuna non conoscete

Alladdin, la Bella e la Bestia e poi Robin Hood, la spada nella roccia! Seguitemi nelle terre oscure laggiù e vi condurrò in un regno fatto di versioni tarocche che faranno scempio dei Classici Disney che avete sempre amato!

Il Re Leone sotto eroina. Questo è solo l’antipasto di quello che vi aspetta

Esiste infatti un sottobosco di cartoni  davvero terrificanti destinati al circuito home video prodotti sulla scia dei grandi successi, per intenderci quella roba che trovate nei cestoni di Media World a 3 euro quando aprono la cloaca dei fondi di magazzino.

Un tale livello di cialtroneria non è cosa di tutti i giorni ma nella mente di chi li ha prodotti esiste la convinzione che non si sa mai che il pubblico, sotto l’effetto di potenti allucinogeni, possa scambiarli per gli originali.

Abbiamo indagato e scovato le peggiori imitazioni di sempre cercando, dove possibile, di individuare nomi e cognomi dei responsabili.

Partiamo.

Alladin, produzione francese di Antoine Galland esce praticamente in contemporanea con il film originale.

Il film ha addirittura due edizioni per dvd, il che vuol dire che a distanza di 25 anni continua ad essere commercializzato. Notare il piglio decisamente sessuale di questo genio che incombe gravando alle spalle del giovane Alladin. Nel secondo notiamo anche un Sinbad che altro non è che lo stesso Alladin vestito da Julio Iglesias alla corrida. La confezione riporta addirittura la dicitura “collectable classics”! Gotta catch’em all!

Ma non indugiamo in putridi dettagli, piuttosto andiamo a scoprire la cinematografia di Diane Eskenazi, un nome un programma.

L’autrice è responsabile di un filotto di plagi Disney niente male:

Ecco la versione de La bella e la Bestia uscito con colpevole ritardo nel 1997 con la bestia che è il mix tra un orango, un facocero e un labrador. E quei nani maniaci che sbirciano dai cespugli tipo film di Tinto Brass.

E qui invece un rapido foto confronto offertoci direttamente dal cofanetto che raccoglie due capolavori di Diane Eskenazi: Pocahontas e Anastasia, visibilmente la stessa persona insidiata in entrambe le epoche dallo stesso tizio/principe/colono inglese. (Science Fiction) double feature ci dice la copertina del DVD.

In tema Pocahontas perché non ricordare anche “Young Pocahontas”?

La versione BDSM della storia che tutti conosciamo è realizzata da questo tizio qui sotto, tale Michael Merton, autore di tutti i remake Disney a tema “Young version” (o BDSM):

a questo tizio non si dovrebbero affidare neanche i bambini di satana

Una pericolosa intrusione nella versione “young” dei nostri eroi è stata disegnata da tale altro squilibrato Skinny Wen. Siccome state pensando che me li stia inventando potete visitare il suo profilo IMDB qui. (Skinny Wen ha un profilo IMDB e voi no)

Si tratta di “The amazing feats of young Hercules” qui ritratto nel tentativo di cosplay di He-Man che combatte una testa tentacolare fluttuante (notare che nel dvd c’è anche Young Pocahontas come bonus).

Qui addirittura potete vedere il trailer

 

Non sappiamo come Michael Merton abbia preso la concorrenza di Skinny Wen e se quest’ultimo sia ancora vivo o a fette nel suo frigo.

Ma procediamo oltre con quello che è stato inflitto a Il Re Leone originale, capolavoro del 1994.

Sempre da Diane EskeNazi questo simpatico Re Leone imparentato con il Principe Giovanni che in italiano si chiama “Due Leoni per un trono” manco fosse una poltrona per due o il trono di spade con i leoni pucciosi.

Non dimentichiamoci anche dell’autoproclamato “animated classic” del 2015 di cui tutti sicuramente avrete sentito parlare: “Simba: the king lion – an animated classic”

Non lo avrebbero trasmesso neanche a Go Kart Mattina

Un giovane leone ha le allucinazione visive e sonore e vede la testa fluttuante di una tigre (!) mentre percorre un bosco del Nord Europa x, chiaramente il suo habitat.

Ma dico: perché risparmiare sulla location se puoi disegnarla!?

E’ chiaro che nulla è sfuggito a questi imbalsamatori di sogni, in pratica la TROMA dell’animazione.

Neanche Robin Hood:

Qui nella veste di Principe dei Morti di Fame in questo oscuro adattamento realizzato con Paint e disponibile su Amazon per soli 9,99 €… solo due copie rimaste!!!

E se pensate che questa moda del remake si limiti nello spazio e nel tempo vi sbagliate di grosso. Vi lasciamo turbare da un’ultima carrelata di orrori assortiti, alcuni dei quali rimangono ad oggi indecifrabili e imperscrutabili:

“Little Red”… riding hood??? per l’indimenticabile collana Good Times che si vanta di essere la versione che i bambini amano! Proprio quella!
L’orrore personificato di questa Biancaneve che sembra Jasmine, nella versione cartone e nella bambola voodoo allegata al dvd

 

Hola! Hasta la sirenita!
Il gobbo di Notre Dame, forse la cosa più offensiva e inguardabile di tutta questa rassegna. Con Pamela Prati nel ruolo di Esmeralda
socialcosi

Gabriele Neri

Fondatore di Battibit nell'aprile 2013. Sono uno storico di formazione, scrittore di saggi e racconti brevi. Nella vita mi occupo di lavoro e disoccupati, compositore occasionale.
socialcosi

Lascia un commento!

Gabriele Neri

Fondatore di Battibit nell'aprile 2013. Sono uno storico di formazione, scrittore di saggi e racconti brevi. Nella vita mi occupo di lavoro e disoccupati, compositore occasionale.

error: Content is protected !!