Cirinnà, unioni civili e l’ingenuità dell’Italia laica

Non capisco perché molte persone si dicano deluse dal Parlamento per il vergognoso ritardo e depotenziamento che sta accompagnando l’approvazione della Legge Cirinnà.

Perché queste persone si aspettano qualcosa che vada nell’interesse comune dal Parlamento, composto da queste forze politiche?
In quale paese hanno vissuto queste persone negli ultimi anni?

Questa situazione imbarazzante, questo ritardo con il resto del mondo, è perfettamente normale con l’Italia degli ultimi decenni.

Dire che è colpa dell’ostruzionismo dei cattolici – che sì sono una forza trasversale ai partiti, sono ovunque – è non avere la percezione di chi sono i nostri rappresentanti, è il segno di un interesse personale per la politica che si accende solo su temi selezionati, di cui ce ne frega giusto un po’ di più, un momento all’anno e poi tutti a dormire mentre la politica torna a operare a mani libere.

Il governo Renzi ritarda, rivede la legge per le unioni civili al ribasso, negozia con i suoi alleati per non cadere, tenta di coinvolgere il M5S che preferisce creare turbolenze piuttosto che fare qualcosa per gli elettori e alla faccia delle differenze con i partiti tradizionali.

Nessuno fa niente di concreto per sbrogliare la matassa.

Si permettono tutti di cazzeggiare con le vostre vite e le cose che vi stanno a cuore quando invece sono solerti ad approvare le cose che interessano a questo blocco di potere.

Non gliene frega un cazzo di voi, al governo. Gliene frega di salvare banche di amici in cinque minuti, di abbordare Verdini e gli ex berlusconiani per avere più salotti aperti, di cambiare la costituzione in due mesi, di votare il Jobs Act e fare a pezzi i vostri diritti (di cui sorprendentemente non ve ne frega un cazzo, eppure a lavorare ci vanno gli etero, LGBT e tra poco anche i bambini e gli anziani in pensione, come nell’Ottocento).

Questo è perché non esiste più un’opinione pubblica e una stampa indipendente. Chi sia morto prima tra le due non è importante stabilire adesso. Ma svegliarsi dopo un paio di decenni ricordandosi che esiste un Parlamento su cui fare pressione, reclamando tutti diritti quando la metà degli italiani non va neanche a votare (e per coerenza dovrebbe non avanzare neanche richieste ai nostri rappresentanti, se non li riconosce) è un po’ fuori luogo.

E’ svegliarsi un bel giorno rendendosi conto che questo non è un paese laico ed è così perché siamo noi a tenerlo in questo stato ma ce ne ricordiamo quando ci fa comodo. Mentre per il resto del tempo ci scalda il cuore Papa Francesco perché nonostante la Chiesa è un esempio anche per i laici, persino per la sinistra. Un gesuita, la crisi delle ideologie è andata decisamente oltre.
Ci sono problemi strutturali a monte dell’Italia e ognuno individualmente marcisce nelle contraddizioni.

Non possiamo pretendere che parlamentari reazionari votino all’opposto di quello che sono se prima non ci preoccupiamo di eleggere persone che meglio ci rappresentano.

Se prima non capiamo cosa vogliamo.

E’ un problema di responsabilità. E se i politici sono irresponsabili su temi importanti è colpa nostra.

Nonostante la Cirinnà (che per altro ha detto di voler abbandonare la politica dopo questa esperienza) e qualche altra persona rispettabile là in mezzo.

Il parlamento che abbiamo non è capitato e in questa partecipazione disfunzionale della nostra società alla politica ci comportiamo come bambini davanti ai genitori. Chiediamo perché non possiamo da soli e non sappiamo fare e loro che sono lì da quando siamo nati, che non abbiamo scelto e che detengono un potere insindacabile si comportano a discrezione.

Siamo schifati e delusi che Renzi baratti con Alfano l’approvazione della Cirinnà togliendo di mezzo la step child adoption?

Bene ed è sempre bene vedere presidi e capannelli davanti al Parlamento e giornali disposti a dargli la prima pagina, petizioni di artisti.

Ma se anche questa, che è una battaglia facile dato che mezzo mondo ha approvato leggi anche più progressiste di questa e perfino a San Remo tre quarti dei cantanti ha fatto una bella sfilata paracula col nastrino arcobaleno e il Papa si è scansato dicendo di non voler interferire, risulta una legge troppo difficile da approvare (e dopo almeno altri 3-4 tentativi negli ultimi anni), non vi suona che forse il problema è che a questa classe politica è impossibile avanzare istanze?

Possibile si compattino e siano solerti solo quando ci sono interessi di tipo economico, che sia l’Europa o qualche banca o la minaccia dello spread a mettere fretta?

Siamo il paese che per lungo tempo si è interrogato sulla bontà del metodo Stamina, di quello che è capitato a Welby e Englaro, in cui si agita il mostro della “famiglia tradizionale” che invece dovrebbe essere sconfitto dall’antropologia da decenni, della fantomatica teoria gender, del family day – facile sfotterlo – ma anche del meeting di Comunione e Liberazione a Rimini ogni anno a cui vanno tutti i partiti ed è sponsorizzato dalle maggiori industrie italiane. In cui scuola e sanità cattolica e privata sono finanziati dallo Stato meglio delle strutture pubbliche, in cui non si spende niente per cultura e ricerca e parecchio in armi e missioni all’estero.

A questa classe politica chiediamo un ravvedimento su un tema come le unioni civili? E quanti italiani invece ci sono dall’altra parte?

Un’ Italia laica, giusta ed egualitaria si costruisce tutti i giorni, con continuità. Non ci viene donata, per grazia ricevuta. Va costruita. E se un giorno ci siamo accorti che siamo delusi da quello che vediamo, ricordiamoci che dormire non ci permetterà di avere indietro qualcosa di meglio la prossima volta.

socialcosi

Gabriele Neri

Fondatore di Battibit nell'aprile 2013. Sono uno storico di formazione, scrittore di saggi e racconti brevi. Nella vita mi occupo di lavoro e disoccupati, compositore occasionale.
socialcosi

Lascia un commento!

Gabriele Neri

Fondatore di Battibit nell'aprile 2013. Sono uno storico di formazione, scrittore di saggi e racconti brevi. Nella vita mi occupo di lavoro e disoccupati, compositore occasionale.

Ti è piaciuto? Lascia un commento!

error: Content is protected !!